Migranti: “Io accolgo” lancia il nuovo Patto Europeo per i diritti

10 proposte per favorire gli ingressi legali in Italia, fermare le morti nel Mediterraneo e sulla rotta balcanica, garantire asilo e accoglienza dignitosa

Sono oltre 82 milioni, in aumento rispetto al 2019, i rifugiati e sfollati nel mondo, secondo i dati forniti dall’Unhcr. Di questi, più dell’82% proviene da appena dieci Paesi (Siria, Venezuela, Afghanistan, Sud Sudan, Myanmar, Somalia, Repubblica Democratica del Congo, dal Sudan, Repubblica Centrafricana ed Eritrea). L’85% di loro trova rifugio in Paesi in via di sviluppo. In Italia vivono 208mila rifugiati e sfollati, 3 ogni mille abitanti, spesso costretti all’invisibilità. La campagna Io accolgo, con i suoi comitati territoriali, ha promosso iniziative in tutta Italia in occasione della Giornata mondiale del rifugiato, il 20 giugno. In molte città è stato consegnato oggi, 22 giugno, alle autorità istituzionali – prefetti, sindaci, assessori, parlamentari – il Nuovo Patto Europeo per i Diritti e l’Accoglienza: 10 proposte per favorire gli ingressi legali in Italia, fermare le morti nel Mediterraneo e sulla rotta balcanica, garantire il diritto d’asilo e un’accoglienza dignitosa, promuovere forme di cooperazione con Paesi terzi per garantire accessi legali a chi intende emigrare, combattere realmente i traffici connessi agli ingressi illegali.

A Milano, il comitato locale, oltre a consegnare il decalogo, ha organizzato un evento collettivo virtuale, che può essere replicato in altre città.  L’invito è a realizzare una barchetta di carta che riporta sul fianco la scritta “IoAccolgo” e la città di appartenenza. Si chiede poi di fare una foto, un selfie o un breve video con la barchetta da postare sui propri social. Tutti i post raccolti andranno a creare un video collettivo. A Roma il flash mob si è svolto questa mattina, 22 giugno, davanti a Montecitorio, con la consegna del decalogo ai parlamentari.

22 giugno 2021