Va al direttore di Le Monde Jerome Fenoglio il premio internazionale “Biagio Agnes” 2018. La decima edizione del riconoscimento istituito nel 2009 per iniziativa del giornalista ed ex direttore generale della Rai Biagio Agnes con l’obiettivo di lanciare un ponte verso le nuove frontiere dell’informazione senza rinunciare alla tradizione è stata presentata ieri, 5 giugno, nella sede Rai di viale Mazzini. Tra i presenti, la presidente della Rai e presidente onorario del Premio Monica Maggioni e il direttore di Rai1 Angelo Teodoli. L’evento si terrà poi a Sorrento dal 22 al 24 giugno, con la cerimonia di premiazione il 23, condotta da  Francesca Fialdini e Alberto Matano. La serata sarà ripresa dalle telecamere di Rai 1 e trasmessa in differita mercoledì 27 giugno, in seconda serata.

Nel decimo anniversario del premio, i membri della giuria – presieduta da Gianni Letta – e alcuni premiati presenti e passati sono stati ricevuti da Papa Francesco in udienza privata. «Una gioia e un’emozione grandissime – ha detto Simona Agnes, presidente della Fondazione Biagio Agnes e del Premio Biagio Agnes – vista la particolare sensibilità del Papa nei confronti delle tematiche della comunicazione, da sempre attento alla ricerca della verità, specie oggi con il dilagare delle fake news». Il premio, ha sottolineato ancora Agnes, «sarà l’occasione per guardare al futuro della società e dell’informazione, mettendo assieme idee e persone diverse, cercando di tirare fuori il meglio da ciascuno».

Oltre a Fenoglio, a cui andrà il premio internazionale, a ricevere il riconoscimento saranno anche Paolo Mieli e Ezio Mauro (premio per il decennale), Adriana Cerretelli de Il Sole 24 Ore (premio giornalista per l’Europa), il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani (premio giornalista nelle istituzioni), il vicedireottre del Corriere della sera Barbara Stefanelli (premio carta stampata), “Il ruggito del coniglio” storica trasmissione di Rai Radio Due condotta da Antonello Dose e Marco Presta (premio per la radio). Ancora, ad Alberto Brambilla de Il Foglio andrà il premio under 35; ad Antonio Monda il premio giornalista scrittore; a Gloria Satta quello per cinema e fiction. Il premio per la televisione sarà assegnato alla memoria di Fabrizio Frizzi.

Tre i premi speciali: a Milly Carlucci, per la sua carriera televisiva e il legame con il premio Biagio Agnes, di cui è stata conduttrice per diverse edizioni; a Michelle Hunziker, per il successo ottenuto nell’ultima edizione del Festival di Sanremo; a Luca Zingaretti per il record di ascolti de “Il Commissario Montalbano”, la fiction più seguita in Italia.

6 giugno 2018