Ramadan, Ucoii: «Sia fonte di pace e misericordia»

L’annuncio dell’inizio del «mese benedetto», il 13 aprile. La ricorrenza annuale è uno dei Cinque Pilastri dell’Islam ed è un precetto religioso

«Nell’accogliere con gioia il mese benedetto, annunciamo che l’inizio di Ramadan sarà martedì 13 aprile 2021; che Allah l’Altissimo accetti i vostri e i nostri sforzi e faccia sì che questo mese di digiuno sia fonte di pace e misericordia». Sono le parole con cui l’Unione delle comunità islamiche in Italia (Ucoii) annuncia l’inizio del mese sacro del Ramadan, le cui date cambiano ogni anno, essendo il calendario islamico lunare – cioè basato sulle rotazioni della Luna intorno alla Terra – anziché solare – basato sulla rivoluzione della Terra intorno al Sole -, come quello gregoriano. Proprio per questo, anche la durata è variabile: la lunghezza di ogni mese nel calendario lunare dipende dalla luna crescente, pertanto se appare il ventinovesimo giorno, il mese finisce, altrimenti dura 30 giorni.

Il Ramadan – ricorrenza annuale che è considerata uno dei Cinque Pilastri dell’Islam e che rappresenta un precetto religioso – è il mese in cui, in commemorazione della prima rivelazione del Corano a Maometto, si pratica il digiuno dall’alba al tramonto. In questo intervallo di tempo i musulmani si astengono dal consumo di cibi e bevande e dalla pratica di attività sessuali. I fedeli sono anche invitati all’astinenza da comportamenti peccaminosi che vanificherebbero il digiuno, come ad esempio i peccati di parola (insulto, calunnia, bestemmia, menzogna) o le azioni violente. Cibo e bevande sono servite giornalmente prima dell’alba e dopo il tramonto in pasti chiamati rispettivamente suḥūr e ifṭār.

Secondo i dati della Fondazione Ismu, i musulmani rappresentano il 29,2% – pari a circa 1 milione e 574mila – del totale dei residenti stranieri al 1° gennaio 2020. La loro presenza numerica risulta nel 2019 in leggero calo (-0,4%), invertendo così il trend registrato nel 2018, anno in cui gli stranieri di fede musulmana erano aumentati di 127mila unità (+8,7%).

13 aprile 2021