Riapre Tiberis, la spiaggia di Roma

Dal 7 luglio al 12 settembre, ingresso gratuito tutti i giorni dalle 8 alle 24. Aree prato, campi da beach volley, punto ristoro e attività per bambini e anziani. E la sera, musica

Riapre al pubblico domani, 7 luglio, alle 12, Tiberis, la “spiaggia” dei romani, sulla riva sinistra del Tevere, sotto Ponte Marconi – lungotevere Dante -. Una vera e propria spiaggia attrezzata, con aree prato, due campi da beach volley, giochi e spettacoli per bambini, tornei di carte e giochi da tavolo per gli anziani, lezioni di yoga, tai chi e di ginnastica posturale, postazioni con wi-fi gratuito per studiare e lavorare, un punto ristoro e anche tanti eventi serali in riva al fiume. Fino al 12 settembre, ingresso gratuito tutti i giorni dalle 8 alle 24, con chiusura prolungata  fino all’1 di notte dal venerdì alla domenica.

Per quanto riguarda le strutture, sono state realizzate dalla società vincitrice del bando, Habicura, aree spiaggia con 100 lettini, 50 ombrelloni, due campi da beach volley; è stata attrezzata un’area con 40 tavoli ombreggiata con vele e allestita una struttura con 4 bagni più uno per disabili. Per gli eventi musicali e artistici è stata posizionata una pedana in legno. In legno anche la struttura del punto ristoro, che proporrà un’offerta gastronomica a prezzi calmierati, utilizzando prodotti a km 0, materiale monouso biodegradabile e bottiglie solo di vetro, all’insegna del plastic-free. Tutte le zone sono state dotate di impianti di illuminazione. La sera, poi, a partire dalle 21. spazio alla musica, con un calendario di concerti che spazierà dalla tradizione popolare italiana alla musica etnica, dal jazz al soul e al blues, dal rock al pop. Il  calendario – ancora da completare – sarà consultabile sulla pagina Facebook di Tiberis. Il costo del biglietto: 10 euro, consumazione compresa.

«Con Tiberis abbiamo realizzato un luogo accogliente per il tempo libero e ampliato l’offerta di eventi di intrattenimento estivi – afferma Sabrina Alfonsi, assessore all’Agricoltura, ambiente e ciclo dei rifiuti di Roma Capitale -. Attraverso un bando è stato scelto un progetto di qualità per quanto riguarda gli allestimenti dell’area, l’accoglienza del punto ristoro e l’offerta di eventi ricreativi, musicali e di intrattenimento per gli ospiti di tutte le età». Alfonsi punta l’obiettivo anche sulla gestione «economicamente sostenibile», garantita proprio da questo affidamento. «La precedente edizione – ricorda – ha comportato costi per l’amministrazione per circa 243mila euro, mentre le spese vive che prevediamo di sostenere quest’anno sono di 67mila euro. In più, il prolungamento dell’apertura alle ore serali con un calendario di concerti, spettacoli, tornei, DJ set rende, ovviamente, Tiberis più attrattivo per il pubblico e conveniente per l’operatore che lo gestisce».

L’assessore annuncia anche la «vera novità» del progetto: l’area, afferma, «diventerà un parco d’affaccio permanente fruibile tutto l’anno, grazie a un lavoro che stiamo portando avanti di concerto con il municipio VIII. Stiamo lavorando per estendere gli interventi di riqualificazione delle rive del Tevere, per la realizzazione, tra l’altro, di nuovi parchi d’affaccio in altre aree», spiega Alfonsi. Lo conferma il presidente del municipio VIII Amedeo Ciaccheri. «Tiberis in questi anni è stata una buona idea mal eseguita – osserva -. Apriamo una nuova stagione per uno spazio che torni pubblico in maniera permanente, come abbiamo immaginato in questi anni grazie al lavoro in particolare di Agenda Tevere onlus. Stiamo lavorando con l’assessorato all’Ambiente di Roma Capitale  – aggiunge – perché l’area ottenga un attrezzaggio definitivo perché rimanga attiva, anche con la collaborazione di terzi, per tutto l’anno. Questo è il primo passo, grazie ai fondi Pnrr e Giubileo, per la realizzazione del Parco d’affaccio sulla riva sinistra del Tevere».

6 luglio 2022