Rom, al via il piano vaccini per oltre 400 bambini

Vivono in 4 campi in diverse zone della Capitale i piccoli coinvolti nel progetto che vede la collaborazione di Asl Rm1, Ospedale Bambino Gesù, Comunità di Sant’Egidio e Cooperativa Osa

L’input è partito dal Dipartimento Salute e politiche sociali della Regione Lazio. A dargli corpo, la collaborazione tra Asl Roma 1 per i territori di competenza – in particolare i servizi di accoglienza dei distretti della Asl -, Ospedale pediatrico Bambino Gesù, Comunità di Sant’Egidio e Cooperativa Osa. Il risultato: è partito ieri, 9 maggio, il piano che prevede la vaccinazione di oltre 400 bambini che vivono in 4 campi rom della Capitale.

Un «importante piano di intervento socio-sanitario in favore delle popolazioni che vivono in condizioni di disagio», lo definisce l’assessore regionale alla Sanità e all’integrazione socio-sanitaria del Lazio Alessio D’Amato. L’iniziativa, spiega, si snoda in 4 step che ogni volta «vedranno arrivare sul posto un camper attrezzato insieme al personale che opera in campo sanitario e sociale».

La prima giornata si è svolta in via del Foro Italico mentre la seconda, in programma per il  23 maggio, sarà nel Camping River, all’interno del municipio XV. Il 28 sarà la volta di via La Monachina, XIII municipio, per poi chiudere, il 30, con via Cesare Lombroso, nel municipio XIV. A fare da filo conduttore, il duplice obiettivo della campagna: completare il percorso avviato con il Decreto Vaccini, coinvolgendo nella sua interezza la popolazione che vive a Roma, ma anche avviare attività di promozione della salute e di contrasto alle disuguaglianze all’interno delle comunità rom, portando avanti la diffusione e l’adesione ai programmi di screening attivi nella Asl Roma 1 anche per gli adulti.

10 maggio 2018