Summit Onu sul clima, Francesco: «Ancora siamo in tempo»

Il video messaggio del Papa al Climate Action Summit in corso a New York: gli impegni degli Stati ancora disattesi. «C’è una reale volontà politica?»

In occasione del Climate Action Summit in corso oggi, 24 settembre, alla sede Onu di New York, Papa Francesco fa arrivare il suo video messaggio: una breve riflessione che parte da quell’«accordo storico» sul clima siglato a Parigi nel 2015. A distanza di 4 anni, osserva il pontefice, «gli impegni assunti dagli Stati sono ancora molto “fluidi” e lontani dal raggiungere gli obiettivi fissati». Pertanto, «accanto a tante iniziative, non solo da parte dei governi ma dell’intera società civile, è necessario chiedersi se vi sia una reale volontà politica di destinare maggiori risorse umane, finanziarie e tecnologiche per mitigare gli effetti negativi del cambiamento climatico e aiutare le popolazioni più povere e vulnerabili, che sono quelle che ne soffrono maggiormente».

Nelle parole di Francesco, il cambiamento climatico è uno dei «fenomeni più gravi e preoccupanti del nostro tempo» dinanzi al quale serve una «risposta collettiva», una «reale volontà politica» e nuovi modelli di consumo «coerenti con la dignità umana». Temi, questi, particolarmente cari al Papa della “Laudato si'”, che comunque sceglie di concludere con una rassicurazione: «Anche se la situazione non è buona e il pianeta ne soffre, la finestra per un’opportunità è ancora aperta. Ancora. Ancora siamo in tempo».

24 settembre 2019