Ue, alla Germania la presidenza del Consiglio

Il cambio della guardia il 1° luglio. Tra le urgenze, la risposta alla crisi economica, la definizione del bilancio pluriennale 2021-2027 e i negoziati del Brexit

Scatta oggi, 1° luglio, il cambio della guardia alla guida della presidenza del Consiglio dell’Unione europea: dalla Croazia – che per la prima volta ha ricoperto questo ruolo dal suo ingresso nell’Unione, nel 2013 – alla Germania. In programma un incontro a Berlino tra il ministro degli esteri croato Grlić Radman e il tedesco Heiko Josef Maas: una consegna simbolica della presidenza, alla Porta di Brandeburgo. A seguire, la riunione presso il ministero degli esteri federale.

Germania e Croazia, si legge nella nota che annuncia la conferenza stampa congiunta dei ministri dopo l’incontro, «si erano già coordinate negli ultimi mesi e ora dovrebbe essere assicurato un passaggio lineare rispetto alle molte questioni europee urgenti». Anzitutto la risposta alla crisi economica, per la quale è convocato un summit il 17 e 18 luglio (Recovery Plan); quindi la definizione del bilancio pluriennale 2021-2027 (sempre in relazione al rilancio dell’economia e ai fondi strutturali); poi i negoziati del Brexit che dovranno portare il Regno Unito definitivamente fuori dall’Ue il prossimo 31 luglio. Inoltre dovrebbe prendere avvio, sotto presidenza tedesca, la Conferenza sul futuro dell’Ue.

Fissato al 6 luglio il momento celebrativo della nuova presidenza: l’orchestra radiofonica di Monaco diretta dal croato Ivan Repušić e il coro e l’orchestra della radiotelevisione croata diretti da Tomislav Fačini «guideranno il pubblico in un viaggio attraverso la storia musicale della Croazia e dei Paesi di lingua tedesca». Il primo concerto sarà eseguito all’Hercules Hall di Monaco e il secondo al Teatro nazionale di Zagabria; entrambe saranno trasmessi sul canale televisivo Ard-alfa alle 22.15 del 6 luglio e saranno disponibili come video on demand su br-klassik.de/concert. Ad aprire l’esecuzione un intervento dei ministri della cultura dei due Paesi.

1° luglio 2020