È opera dell’art director Marco Zanchi il logo scelto dalla Famiglia Paolina per accompagnare la XII Settimana della comunicazione, in programma dal 21 al 28 maggio 2017. In primo piano: un faro acceso, il mondo virtuale, il mappamondo e una barchetta a vela. Insieme al tema, che è quello del messaggio di Francesco per la 51ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali: «”Non temere, perché io sono con te” (Is 43,5). Comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo».

Il logo, spiegano i religiosi, «mette in rilievo come, per navigare a vele spiegate, una persona deve muoversi nella luce e con lo sguardo rivolto al tempo presente che è fatto di relazioni, connessioni, nuove tecnologie». In un mondo «disorientato da radicali cambiamenti e sconvolto da conflitti», gli operatori della comunicazioni hanno il compito «complesso e delicato» di «comunicare fiducia». Non è facile, osservano gli organizzatori della Settimana, ma «la vita di relazione lo chiede, però, e spesso, anche solo mediante il silenzio: fidarsi dell’altro richiede coraggio e chiarezza di idee».

Raccontare la storia del mondo e le storie degli uomini e delle donne secondo la logica della “buona notizia”: questa, secondo i Paolini, la sfida da cogliere. «Si può fare, ma bisogna imparare a comunicare fiducia e speranza per la storia. La Famiglia Paolina – osservano – ha molta dimestichezza con la frase di Isaia. Essa, infatti, campeggia in bella vista nelle loro cappelle, per volontà del loro fondatore, don Giacomo Alberione. E l’esperienza, insegna loro che Dio mantiene la parola».

26 gennaio 2017