63 orfani dall’Ucraina alla Sicilia

L’operazione umanitaria che li ha portati fino all’Italia coordinata dalla “Papa Giovanni XXIII” e dalla rete Stop the war now. Hanno dai 4 ai 16 anni e provengono dall’oblast di Doneck

Hanno dai 4 ai 16 anni i bambini e ragazzi in arrivo oggi, 11 maggio, all’aeroporto di Trapani. Vengono dagli orfanotrofi di Mariupol e Kramatorsk, nell’oblast di Doneck. Il più numeroso gruppo di orfani evacuato dall’Ucraina dall’inizio del conflitto. Con loro, 21 persone, tra cui i tutori dei minori e alcuni educatori con i loro figli, per un totale di 84 persone. Messi in salvo nei giorni scorsi dai territori martoriati dalla guerra, erano stati temporaneamente ospitati nel distretto di Leopoli. Oggi la loro partenza da Cracovia con il volo charter che li porterà in Italia, dove arriveranno alle 15.30. In Sicilia saranno accolti in quattro differenti strutture, a Trapani, Modica, Catania e Alcamo.

L’operazione umanitaria è stata coordinata dalla Comunità Papa Giovanni XXIII e dalla rete di associazioni Stop the war now, con la collaborazione della Cgil che ha curato la logistica in Italia, del sindacato polacco Solidarnosc, che si è occupato dei trasferimenti in Polonia, del Movimento 5 Stelle che ha finanziato il volo charter. L’evacuazione è stata possibile grazie all’assistenza del ministero degli Affari esteri e della rete diplomatica italiana in Ucraina e Polonia, che ha interloquito con i ministeri ucraini per la messa in sicurezza dei bambini senza famiglia, che finora non avevano potuto lasciare il Donbass a causa della loro fragilità.

11 maggio 2022