Accademia di Santa Cecilia, al via la nuova stagione

In cartellone anche un percorso dedicato al Giubileo, appuntamenti sulla dimensione ludica della musica e, per le famiglie, le Domeniche in musica

In cartellone anche un percorso dedicato a Giubileo e spiritualità, appuntamenti dedicati alla dimensione ludica della musica e per giovani e famiglie le Domeniche in musica

Con l’entrata dell’autunno ritorna anche l’appuntamento con le opere e con i più amati compositori classici: per questa nuova stagione Sinfonica e da Camera 2015-2016, il programma dell’Accademia nazionale di Santa Cecilia, a Roma, offre eventi in grado di spaziare in un poliedrico panorama timbrico e stilistico. Concerto inaugurale, il 3 ottobre. Antonio Pappano – qui al suo decimo anno come direttore musicale – dirigerà questo come i successivi quattro appuntamenti denominati Beethoven e i contemporanei, «intesi – spiega il presidente e sovraintendente Michele Dall’Ongaro – nella doppia accezione del termine: i suoi e i nostri». Così che accanto a Cherubini e Spontini trovino posto gli attuali Fabio Nieder, Giovanni Sollima e Luca Francesconi.

Alla “Nona” sinfonia si affiancherà così, proprio di quest’ultimo, la nuova composizione “Bread, Water and Salt” realizzata su testi di Nelson Mandela. Voce solista, il soprano sudafricano Pumeza Matshikiza il cui successo è stato decretato con la partecipazione, nel 2014, alla cerimonia di inaugurazione dei Giochi olimpici del Commonwealth. «Il doppio incrocio – conclude Dall’Ongaro – di Schiller/Beethoven e Francesconi/Mandela propone con decisione una riflessione sul tema della libertà e della fratellanza». Il concerto sarà trasmesso da Rai Cultura in diretta su Rai5 e da Radio3. Oltre alle famose sinfonie, due concerti (il 4 e il 6 novembre) offriranno, del genio tedesco, l’ascolto delle sonate scritte per violoncello e pianoforte eseguite qui da Mario Brunello e Andrea Lucchesini.

Non mancherano gli “Spiriti classici”, in occasione dei quali il musicologo e divulgatore Giovanni Bietti racconterà (presso il Museo degli strumenti musicali, ingresso nel foyer della Sala Santa Cecilia) le pagine dei più importanti compositori presentati quest’anno dall’Accademia. L’introduzione musicale sarà accompagnata da un vero e proprio aperitivo. I primi tre incontri (il 12, 19 e 26 ottobre) saranno incentrati sulle sinfonie di Beethoven, mentre quello del 14 dicembre sarà l’occasione per conoscere Mozart, al quale saranno dedicati infatti due eventi. Il primo (il 14 novembre 2015, con repliche il 16 e il 17) avrà protagonista Alexander Lonquich, che eseguirà i concerti per pianoforte “n. 14 K449” e “n. 22 K482”. Il secondo (12 dicembre 2015 con repliche il 14 e il 15), con il concerto per pianoforte “n. 21 K467” sarà invece affidato a Radu Lupu.

Un percorso particolare, quello dedicato al Giubileo e alla spiritualità: tra i vari concerti in programma, da segnalare la “Messa da Requiem” di Verdi. Sarà Manfred Honeck che dirigerà il 7 novembre (con repliche il 9 e il 10) la monumentale opera sacra scritta per coro, voci soliste e orchestra. Il 19, 21 e 22 dicembre, toccherà invece a Haydn di cui il viennese Andres Orozco-Estrada proporrà “La Creazione”, oratorio che narra in musica i sette giorni dedicati alla nascita dell’Universo. Sir Pappano istruirà il coro e l’Orchestra di Santa Cecilia per il “Requiem” di Fauré (il 23, 25 e 26 gennaio 2016), occasione in cui il violinista Michael Barenboim, figlio del più noto Daniel, debutterà a Santa Cecilia come solista.

Infine uno sguardo alla dimensione ludica della musica con appuntamenti, a maggio 2016, dedicati al cinema e ai suoi capolavori in note: Morricone, Rota, Piovani, Williams e una proiezione della disneyana “Fantasia” con musica dal vivo per festeggiare la Befana in famiglia. E proprio alle famiglie, così come ai giovani e agli studenti si è pensato nell’ideare “Le domeniche in Musica”: concerti della durata massima di un’ora, senza intervallo, che avranno luogo sempre nella Sala Santa Cecilia di via De Coubertin ma che saranno preceduti da un’introduzione al programma.

25 settembre 2015