Aquarius, il cardinale Ravasi cita il Vangelo secondo Matteo

Il porporato scrive poche righe su Twitter per riferirsi alla situazione della nave in stallo a largo delle acque terriotriali maltesi. Interpellato dai giornalisti, il premier Conte non dà aggiornamenti

«Ero straniero e non mi avete accolto (Mt 25,43) #Aquarius». Il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, twitta la celebre frase dal Vangelo di Matteo, per esprimersi sulla vicenda della nave Aquarius e sulla chiusura dei porti decisa dal ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini. Intanto la nave di Sos Mediterranée resta in mare; non ha il permesso di attraccare nei porti italiani.

«L’Italia continui a salvare le vite umane in pericolo e, al tempo stesso, i Paesi dell’Unione Europea si assumano la loro responsabilità: le navi, come l’Aquarius, possono attraccare nei porti italiani o in altri porti del Mediterraneo, ma i diversi Stati Ue, non solo l’Italia o la Grecia, dovrebbero condividere l’accoglienza facendosi carico, ognuno, di una quota di profughi». È quanto ha chiesto la Comunità di Sant’Egidio.

11 giugno 2018