Brexit, Von der Leyen e Johnson: le posizioni restano distanti

Cena a Bruxelles tra la presidente della Commissione europea e il premier britannico. «Discussione interessante» ma «persistono grandi differenze»

«Una discussione vivace e interessante sulla situazione». La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyne usa queste parole per raccontare i risultati della cena di ieri sera, 9 dicembre, a Bruxelles, con il premier Britannico Boris Johnson. «Abbiamo acquisito una chiara comprensione delle reciproche posizioni – commenta nella breve dichiarazione firmata nella tarda serata -. Rimangono molto distanti». Passato in rassegna «l’elenco delle questioni in sospeso», i due leader hanno deciso «che le squadre si dovessero di nuovo incontrare immediatamente per cercare di risolvere questi problemi essenziali». Poi «prenderemo una decisione entro la fine del weekend».

Sempre nella serata di ieri anche da Londra è uscito un comunicato stampa separato, in cui però si parla ugualmente di «discussione franca», di una situazione che «resta molto difficile» e di «persistenti grandi differenze tra le due parti». Una sola, significativa aggiunta: «Il primo ministro è determinato a non lasciare intentata alcuna strada per un accordo equo», che comunque dovrà «rispettare l’indipendenza e la sovranità del Regno Unito».

10 dicembre 2020