Consulenza familiare online: corso di alta formazione all’Ecclesia Mater

Inaugurazione con il ministro Bonetti. Il vice preside Manto: «Raccogliendo la sfida della pandemia, vogliamo “fare amicizia” con il mondo digitale e valorizzarne le potenzialità nell’ascoltare il grido e i bisogni delle famiglie»

«La Chiesa è alleata della famiglia, sempre». Lo ribadisce con forza monsignor Andrea Manto, vice preside dell’Istituto Superiore di Sciente religiose Ecclesia Mater, presentando il Corso di alta formazione in “Linguaggi e tecniche della consulenza familiare online”, promosso in collaborazione con l’Associazione italiana consulenti coniugali e familiari, con il patrocinio del Centro diocesano per la pastorale familiare. Una nuova proposta che viene inaugurata ufficialmente nel pomeriggio di oggi, 19 aprile, alle 16.45, nella Sala Cardinale Ugo Poletti, al piano terra del Palazzo Lateranense. Assicurata la diretta streaming sulla pagina YouTube della diocesi di Roma, dato che non è prevista la partecipazione in presenza.

A introdurre i lavori, monsignor Manto; quindi spazio agli interventi del ministro per le Pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti, di Stefania Sinigaglia, presidente dell’Associazione italiana consulenti coniugali e familiari, della coordinatrice del corso Assunta Lombardi e  del docente Francesco Citarda. La lectio magistralis è affidata al prelato segretario generale del Vicariato di Roma monsignor Pierangelo Pedretti, che interverrà su “Bisogni emergenti e nuove risposte per sostenere la relazione coniugale e la famiglia”.

«Non si vive insieme per essere sempre meno felici ma per essere felici in modo nuovo». C’è questa affermazione di Papa Francesco nell’esortazione apostolica Amoris Laetitia, al centro della nuova proposta dell’Ecclesia Mater. «È la prima volta in Italia che si progetta un corso di alta formazione sulle dinamiche della consulenza familiare on-line, sulla spinta dei problemi causati dalla pandemia, per supportare la famiglia, sia nella dimensione di coppia che in quella di genitori», sottolinea Manto. L’obiettivo, chiarisce, è «sostenere la famiglia oggi e anche nel futuro tenendo presente che il mondo del digitale sta diventando una presenza sempre più importante nella nostra vita. Raccogliendo la sfida della pandemia – aggiunge -, vogliamo “fare amicizia” con le tecniche del mondo digitale e valorizzarne le potenzialità nell’ascoltare il grido e i bisogni delle famiglie». Nell’analisi di Manto, «è quello che ci chiede Papa Francesco nell’enciclica Amoris Laetitia, che valorizza lo strumento della consulenza familiare e chiede la formazione di nuove figure del laicato che sappiano accompagnare le famiglie a tutto tondo nel loro percorso di vita».

Il corso, gli fa eco Sinigaglia, «nasce dalla sinergia tra l’Istituto universitario Ecclesia Mater e l’Associazione italiana consulenti coniugali e familiari, basata sulla condivisione di valori comuni che pongono al centro la persona umana e l’urgenza del prendersi cura della famiglia, bene primario e fondamentale della società, troppe volte dimenticato. È oggi più che mai urgente – osserva – affiancare alle famiglie figure professionali quali i consulenti familiari. Una necessità non più trascurabile, soprattutto in questo tempo in cui l’emergenza sanitaria ha ridisegnato il quotidiano in maniera “altra” e a cui tutti noi, professionisti della relazione di aiuto, stiamo provando a dare senso e nuovi significati, anche attraverso gli strumenti digitali».

Rivolto ai consulenti familiari, l’itinerario formativo si svolgerà a distanza e rilascerà 25 crediti. Previsti cinque moduli formativi con frequenza bisettimanale (lunedì e giovedì dalle 18 alle 21.15) e un incontro conclusivo, per un totale di 128 ore di lezione. A conclusione di ogni modulo si svolgerà una prova di verifica mentre a conclusione del corso sarà richiesta la realizzazione di un progetto finale.

19 aprile 2021