Covid, al via a Roma il “Progetto Anchise”

Il nuovo servizio del Campidoglio attivo dal 23 novembre per supportare gli anziani in questa fase di emergenza sanitaria. Il numero verde 800938873

Un nuovo servizio voluto per supportare le persone anziane della Capitale in questa fase di emergenza sanitaria. È il Progetto Anchise – Unità Operativa Anziani, collegato al nuovo Numero Verde 800938873, attivo dalla 14 di oggi, 23 novembre, 7 giorni su 7, h24. L’iniziativa è il frutto del Coordinamento emergenza Convid-19 dedicato alla terza età, istituito da Roma Capitale. «Le persone anziane sono al centro dell’attenzione di questa amministrazione – rivendica il sindaco Virginia Raggi -. Vogliamo essere concretamente al loro fianco, in una fase storica in cui la pandemia in corso può determinare proprio per loro le maggiori difficoltà, non solo dal punto di vista sociosanitario ma anche psicologico, come può essere la solitudine. Con questo nuovo servizio – aggiunge – creiamo un canale di comunicazione a loro riservato e una squadra di operatori a loro dedicati, pronti ad accoglierne bisogni ed esigenze a cui rispondere con servizi specifici e in rete con enti del territorio cittadino».

Parla di «servizio fondamentale» anche l’assessore a Persona, scuola e comunità solidale di Roma Capitale Veronica Mammì. «Vogliamo che le persone anziane si sentano concretamente sostenute, accolte, ascoltate e supportate nelle loro esigenze specifiche – dichiara -. Vogliamo essere al loro fianco dal punto di vista dell’assistenza sociosanitaria ma anche dal punto di vista emotivo, per contrastare il rischio di isolamento, difficoltà quotidiane e solitudine», soprattutto in questo tempo segnato dal coronavirus. Quindi il grazie «al Dipartimento Politiche sociali e a tutti coloro che contribuiranno al servizio».

In concreto, il nuovo canale di comunicazione riservato permetterà alle persone anziane in difficoltà di entrare immediatamente in contatto con gli operatori a loro dedicati. Le domande saranno prese in carico attraverso un sistema informatico di gestione delle richieste e in funzione dei bisogni rilevati. L’azione, portata avanti sotto la regia del Dipartimento Politiche sociali in raccordo con i servizi sociali dei municipi e in rete con Protezione civile, Farmacap ed enti operanti sul territorio cittadino, spiegano dal Campidoglio, si svilupperà attraverso interventi mirati e personalizzati. Tra questi, la distribuzione di generi di prima necessità e farmaci a domicilio, così come altri percorsi di presa in carico necessaria in base ai bisogni di ciascuno, tra cui informazione, telecompagnia e teleassistenza per supporto psicologico e sociale.

23 novembre 2020