El Salvador nella morsa delle piogge. Mobilitata la Caritas

12 i morti ma gli sfollati sono circa 2.200. Occupati 77 centri di prima accoglienza sui 133 disponibili, con una copertura del 54% dei posti disponibili in tutto il Paese

Non si placano le piogge su America centrale e Messico, mentre al largo del Golfo del Messico si è formata “Alberto”, la prima tempesta tropicale dell’anno, diretta verso le coste atlantiche del Messico e, successivamente, verso il Texas. Le forti piogge, in questi giorni, hanno colpito e stanno colpendo soprattutto El Salvador, dove hanno provocato 12 morti, secondo il bilancio provvisorio. La dodicesima vittima è stata registrata ieri, 19 giugno, nel dipartimento occidentale di Ahuachapán.

Secondo quanto riferito ieri, 19 giugno, dalle autorità di Protezione civile, gli sfollati sono circa 2.200. Sono stati occupati 77 centri di prima accoglienza sui 133 disponibili, con una copertura del 54% dei posti disponibili in tutto il Paese. Mobilitata anche Caritas Ecuador. L’équipe di Gestione del rischio, risposta all’emergenza e azione umanitaria (Engre), composta da membri delle équipe di gestione del rischio delle 8 Caritas diocesane e coordinata dall’ufficio nazionale Caritas di El Salvador, rimane all’erta e riferisce regolarmente sulla situazione delle famiglie nei loro territori, con aggiornamenti puntuali quotidiani da tutto il territorio, pubblicati sul proprio sito. Segnalati numerosi danni alle abitazioni e alle coltivazioni.

20 giugno 2024