Fondazione Di Liegro, riparte il progetto Labirintus

Al via la terza edizione dell’iniziativa nata per contrastare la povertà e la disoccupazione degli over 40. La presidente Di Liegro: «Un metodo innovativo per rispondere ai bisogni di quanti chiedono aiuto concreto»

«Contrastare le povertà personali e psicologiche generatesi dalla perdita del lavoro e dalla disoccupazione». Questo l’obiettivo del progetto Labirintus, il programma di contrasto alla povertà e alla disoccupazione degli over 40 promosso dalla Fondazione internazionale Di Liegro, giunto ormai alla terza edizione. A spiegarlo, la presidente della Fondazione Luigina Di Liegro. «Si tratta – spiega – di un metodo innovativo e ormai sperimentato che utilizza il supporto operativo e psicologico per il reinserimento lavorativo di coloro che sono esclusi dal mercato del lavoro ed hanno superato la soglia dei 40 anni».

Labirintus, continua, «risponde ai bisogni delle persone che chiedono orientamento e aiuto concreto nel ricostruirsi una vita lavorativa e nel trovare nuove motivazioni». Il progetto pilota ha dato «risultati assai lusinghieri», commenta Di Liegro, auspicando l’affiancamento ai servizi offerti dalle istituzioni e l’inserimento nel panorama di risposte che vengono fornite alle persone senza lavoro».

Il progetto Labirintus è indirizzato a 85 persone disoccupate e inoccupate residenti nel territorio di Roma Capitale e prevede seminari e incontri funzionali al recupero della autostima, alla ricostruzione di un profilo curriculare e all’elaborazione di piani e progetti di impresa individuali e di gruppo. Per informazioni: www.fondazionediliegro.it.

3 ottobre 2014