Fra’ Bertie, al via la causa di beatificazione

È stato il 78mo principe e gran maestro del Sovrano militare ordine ospedaliero di Malta: il 20 febbraio si aprirà anche la causa di canonizzazione

È stato il 78mo principe e gran maestro del Sovrano militare ordine ospedaliero di Malta: il 20 febbraio si aprirà anche la causa di canonizzazione

«È sempre stato animato dalla serena convinzione che fosse giunto il tempo di una solidarietà internazionale quale mezzo per contrastare la miseria, la fame e ogni forma di malattia sociale. Ha avuto un’intensa vita spirituale sin da giovanissimo ed ebbe presto chiara la necessità di incastonare la difesa della fede e il servizio dei poveri nel contesto della crescita spirituale attraverso la preghiera e i sacramenti». Con queste parole il cardinale vicario Agostino Vallini descrive l’impegno di Fra’ Andrew Bertie, 78° gran maestro del Sovrano militare ordine ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta, scomparso nel 2008, del quale si aprirà la causa di beatificazione e canonizzazione venerdì prossimo a mezzogiorno. La sessione di apertura si terrà all’interno della basilica di San Giovanni in Laterano, visto l’alto numero di persone attese all’evento, tra membri dell’Ordine e familiari di Fra’ Andrew.

Nato a Londra nel 1929 da una famiglia nobile – imparentata con i Windsor -, Andrew Bertie entrò nel Sovrano ordine di Malta nel 1956 e nel 1981 prese i voti perpetui. L’8 aprile 1988 fu eletto 78° principe e gran maestro, primo inglese ad assurgere a tale carica. Come suo primo atto chiese e ottenne (l’11 aprile) da Giovanni Paolo II la ratifica dell’elezione, in quanto superiore religioso dell’ordine, oltre che sovrano. È morto a Roma nella tarda nottata del 7 febbraio 2008 a causa di un tumore.

«L’esercizio così alto della carità – ricorda ancora il cardinale Vallini nell’editto della causa a proposito del religioso -, ancorato all’intensa preghiera e alla serena fedeltà alla vita religiosa professata in sì alto grado, sono sempre stati in Fra’ Andrew Bertie ricerca della volontà divina. Esemplare è stata anche l’accettazione e l’abbandono al Signore nel vivere la malattia».

16 febbraio 2015