L’annuncio è arrivato dal direttore della Sala stampa vaticana Greg Burke al termine del briefing sul C9 con i giornalisti: «Il prossimo 7 luglio il Santo Padre si recherà a Bari, finestra sull’Oriente che custodisce le reliquie di San Nicola, per una giornata di riflessione e preghiera sulla situazione drammatica del Medio Oriente che affligge tanti fratelli e sorelle nella fede». Un incontro ecumenico per la pace al quale, ha proseguito il portavoce vaticano, «egli intende invitare i capi di Chiese e Comunità cristiane di quella regione. Fin da ora Papa Francesco esorta a preparare questo evento con la preghiera». L’incontro, ha precisato Burke rispondendo alle domande dei giornalisti, si svolgerà nella chiesa di San Nicola. Allo stato attuale, non si sa se l’incontro avrà anche i caratteri di una visita pastorale e se, oltre ai leader religiosi cristiani, saranno invitati altri esponenti religiosi.

Dalla Comunità di Sant’Egidio intanto arriva «vivo apprezzamento per la notizia»: si parla di «un’iniziativa di pace particolarmente opportuna in un tempo difficile, che ha visto tanta sofferenza a causa dell’inasprimento della guerra in Siria». In una nota diffusa oggi, 26 aprile, dalla Comunità dichiarano che «numerosi saranno i frutti che scaturiranno dalla testimonianza di amicizia e unità tra i leader delle diverse confessioni cristiane, in un tempo di violenza diffusa». L’appuntamento di Bari però «sarà anche l’occasione per tutti di mostrare solidarietà alle antiche Chiese del Medio Oriente, la cui vita è segnata dalla sofferenza e i cui fedeli sono troppo spesso costretti all’emigrazione».

26 aprile 2018