Francesco in volo per Cipro

La prima volta su un aereo Ita, la nuova compagnia di bandiera italiana. Lo scambio di telegrammi con il presidente della Repubblica italiana Mattarella

Papa Francesco è partito per Cipro alle 11.05 di questa mattia, 2 dicembre, dall’aeroporto di Fiumicino, per la prima volta a bordo di un aereo Ita, la nuova compagnia di bandiera italiana che ha sostituito l’Alitalia. L’arrivo all’aeroporto internazionale di Larnaca è previsto per le 15 locali, quando a Roma saranno le 14. «Nel momento in cui lascio il territorio italiano per recarmi in visita pastorale a Cipro e in Grecia, come pellegrino che anela ad antiche sorgenti, con il vivo desiderio di incontrare i fratelli nella fede e le popolazioni locali, mi è gradito rivolgere a lei, signor presidente, e all’intero popolo italiano, i più cordiali saluti, a cui unisco fervidi auspici di serenità e di mutua cooperazione per il bene comune», si legge nel telegramma che ha inviato al presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella, lasciando il territorio italiano.

«Ho ricevuto con grande piacere e profonda gratitudine il messaggio che ha voluto indirizzarmi al momento della partenza per un viaggio apostolico nel cuore del Mediterraneo, sulle cui sponde, lungo il corso dei secoli, si sono incontrati e confrontati popoli e culture in un processo di reciproco arricchimento», scrive Mattarella nel telegramma di “risposta”. Per il capo dello Stato italiano, «in un crocevia di tale fondamentale importanza è necessario l’impegno di tutti affinché le ragioni della pace, dell’accoglienza e del mutuo intendimento prevalgano su logiche che alimentano le violazioni alla dignità della persona e ai suoi diritti fondamentali. Voglia accogliere, Santità, le espressioni della mia massima considerazione – conclude – e il più cordiale augurio di buon viaggio».

2 dicembre 2021