Il Papa partito per il Kazakistan

L’aereo di Francesco è decollato alle 7.15 del 13 settembre da Fiumicino. L’arrivo alle 13.45 ora italiana. Il telegramma a Mattarella e la risposta del presidente della Repubblica

Papa Francesco è partito questa mattina, 13 settembre, per il Kazakistan, dove si tratterrà fino a giovedì 15 per prendere parte al Congresso dei leader delle religioni mondiali e tradizionali. Il suo aereo – un A330/ITA Airways – è decollato da Fiumicino alle 7.15, alla volta di Nur-Sultan, dove l’arrivo è previsto per le 17.45 (13.45, ora italiana).

Lasciando l’Italia, come consuetudine il pontefice ha fatto pervenire un telegramma al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. «Nel momento in cui mi accingo a lasciare il suolo d’Italia – si legge nel testo – per compiere un viaggio apostolico in Kazakistan per prendere parte al Congresso dei leader delle religioni mondiali e incontrare la popolazione e la comunità cattolica, desiderio rivolgere a lei e a tutti gli italiani il mio cordiale saluto, che accompagno con auspici di serenità e di concordia, unito alla preghiera a Dio per il bene e il progresso di tutta la nazione».

Immediata la risposta del capo dello Stato italiano. «La sua presenza al Congresso dei leader delle religioni mondiali e tradizionali – le parole di Mattarella – conferma il suo costante e convinto impegno a favore del dialogo interreligioso e della promozione della fratellanza umana, aspetti imprescindibili per quanti desiderano adoperarsi per la costruzione della pace e per la tutela dei diritti umani, in Ucraina e in tante altre parti del mondo».

13 settembre 2022