La Croce delle Gmg pellegrina in Angola

Parte dalla Capitale Luanda il cammino di avvicinamento alla Giornata della gioventù di Lisbona, nel 2023. I simboli attraverseranno il Paese fino al 15 agosto

La Croce e l’icona di Maria, i simboli della Giornata mondiale della gioventù, iniziano da Luanda, in Angola, il pellegrinaggio che segna il cammino verso il raduno mondiale in programma a Lisbona nel 2023. Su richiesta della Conferenza episcopale locale, attraverseranno il Paese, fino al 15 agosto. Nelle parole di monsignor Joaquim Mendes, coordinatore generale della Gmg Lisbona 2023 per l’area pastorale e presidente della Commissione episcopale per i laici e la famiglia, è l’inizio di un itinerario che «sfida i giovani, li esorta alla missione e all’annuncio ad altri giovani affinché trasformino le proprie comunità, con energia, creatività e fede».

Si compie dunque il desiderio del Paese africano «di vedere i simboli della Gmg dentro i confini nazionali. Un desiderio – afferma padre Filipe Diniz, coordinatore del pellegrinaggio per la Conferenza episcopale portoghese – coltivato da tempo ma sempre rimandato a causa della pandemia». L’itinerario, riferisce, «è stato concordato con i vescovi di Angola e São Tomé. In questo modo la Gmg sarà presente e viva anche in Africa. La mia grande speranza – conclude il sacerdote – è che questo pellegrinaggio possa dare una scossa a questa Chiesa, ai suoi giovani perché siano segni viventi di Gesù soprattutto per coloro che vivono nelle periferie».

Dopo l’Angola, tra settembre e ottobre i simboli della Gmg saranno in Spagna e presto saranno annunciate le date per la Polonia. Confermata la presenza della Croce e dell’icona di Maria dal 4 al 7 agosto 2022 a Santiago de Compostela per il pellegrinaggio europeo dei giovani. Da novembre 2021 a luglio 2023 è previsto infine il pellegrinaggio nelle diocesi portoghesi.

9 luglio 2021