Le Comunità Laudato si’ in udienza dal Papa

Francesco riceve i rappresentanti delle 60 realtà d’Italia il 12 settembre. Con loro il vescovo di Rieti Pompili e Carlo Petrini, presidente di Slow Food

È in programma per domani, sabato 12 settembre, l’udienza privata di Papa Francesco alla rappresentanza delle 60 Comunità Laudato si’ sorte spontaneamente in tutta Italia: attese in Vaticano circa 250 persone, accompagnate dal vescovo di Rieti Domenico Pompili e da Carlo Petrini, presidente di Slow Food, ideatori del movimento, nato ad Amatrice.

Scopo delle Comunità, ricordano dalla diocesi reatina dando notizia dell’udienza, è «diffondere l’analisi del pontefice sulla situazione attuale, promuovendo e adottando stili di vita coerenti con il pensiero dell’ecologia integrale». Ideato per essere vissuto da piccoli gruppi, «secondo il modello che Petrini definisce della comunità affettiva», il movimento delle Comunità Laudato si’ ha incontrato l’interesse e la partecipazione di scienziati e intellettuali come il botanico Stefano Mancuso, insieme al quale le Comunità hanno avviato con successo la campagna nazionale “Un albero in più”.

L’udienza di domani sostituisce il Forum che le Comunità Laudato si’ vivono ogni anno ad Amatrice, annullato a motivo dell’emergenza sanitaria in corso, confermando e sottolineando l’attenzione del Papa per il movimento, già manifestata lo scorso anno in occasione del Forum.

11 settembre 2020