Lotta all’Aids, a Villa Glori incontro con 200 giovani delle superiori

Incontro dal titolo “Persone. Come noi”, per raccontare l’impegno della Chiesa di Roma al fianco dei malati, nella struttura Caritas che ne ospita 32

Incontro dal titolo “Persone. Come noi”, per raccontare l’impegno della Chiesa di Roma al fianco dei malati, nella struttura Caritas che ne ospita 32

Nella Giornata mondiale di lotta all’Aids, martedì 1° dicembre, la Caritas diocesana di Roma organizza un incontro con oltre 200 studenti delle scuole superiori, per raccontare e testimoniare l’impegno della Chiesa accanto ai malati. L’appuntamento è alle 10.30 nel Teatro delle Case famiglia di Villa Glori, dove la Caritas romana accoglie 32 malati di Aids. A moderare, la giornalista Rai Isabella Di Chio.

“Persone. Come noi”: questo il titolo dell’incontro, nel quale sono previsti inetrventi degli ospiti e dei volontari delle comunità di accoglienza. La conclusione sarà affidata al direttore della Caritas romana monsignor Enrico Feroci, che ricorda come l’Aids abbia segnato fin dal suo nascere la società. «È una malattia – evidenzia – sempre associata all’emarginazione, sia per la sua diffusione tra le fasce degli esclusi che per il retaggio culturale che ha colpito quanti contraevano il virus. Ora che le cure consentono ai malati condizioni di vita dignitose, dobbiamo impegnarci a promuovere la loro completa socializzazione e il loro inserimento lavorativo».

30 novembre 2015