Mattarella premia gli “eroi” del Covid-19

L’onorificenza di cavaliere al merito della Repubblica ai cittadini che si sono distinti nel servizio alla comunità. «Rappresentano l’impegno corale di tanti»

Medici, infermieri, ricercatori, operatori del 118. E ancora, biologi, famacisti, volontari, insegnanti, studenti, imprenditori, tassisti. Come annunciato ieri, 2 giugno, a Codogno, «il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha voluto insignire dell’onorificenza di cavaliere al merito della Repubblica un primo gruppo di cittadini, di diversi ruoli, professioni e provenienza geografica, che si sono particolarmente distinti nel servizio alla comunità durante l’emergenza del coronavirus», informano dal Quirinale. I riconoscimenti, anche se attribuiti ai singoli, «vogliono simbolicamente rappresentare l’impegno corale di tanti nostri concittadini nel nome della solidarietà e dei valori costituzionali», si legge nella nota.

Tra quanti sono stati insigniti dell’onorificenza anche don Fabio Stevenazzi del direttivo della Comunità pastorale San Cristoforo di Gallarate (Va), che è tornato a fare il medico all’Ospedale di Busto Arsizio, e Pietro Floreno, malato da oltre dieci anni di Sla, che ha comunicato di voler mettere a disposizione della Asl, per i malati di coronavirus, il suo ventilatore polmonare di riserva. Qui l’elnco completo dei nuovi cavalieri al merito della Repubblica.

3 giugno 2020