Media digitali: Osservatorio contro le fake news

Giovanni Baggio (Aiart): «Iniziativa a favore di una comunicazione a servizio dei cittadini e di scelte ragionevoli e ragionate su dati di realtà». Il network europeo

Costruire un punto di riferimento per l’analisi e il contrasto alla disinformazione. Questo l’obiettivo con cui la Commissione europea ha dato vita a un network di hub nazionali sull’analisi dei social media. Coinvolta anche l’Italia, con la nascita dell’Italian digital media observatory (Idmo), presentato nei giorni scorsi nella sala delle colonne della Luiss, a Roma. «Un’iniziativa a favore di una comunicazione a servizio dei cittadini e di scelte ragionevoli e ragionate su dati di realtà», la definisce il massmediologo Giovanni Baggio, presidente nazionale dell’Aiart, l’associazione dei cittadini mediali.

Finanziati, in questa fase di avvio, con undici milioni di euro, gli hub nazionali combatteranno in otto Paesi Ue la disinformazione. Idmo aiuterà ad implementare le attività promosse dall’Osservatorio europeo dei media digitali (Edmo) nella lotta contro la disinformazione e le fake news a livello europeo, con una strategia basata sul monitoraggio del flusso di informazioni e sull’utilizzo di strumenti basati sull’intelligenza artificiale.

23 settembre 2021