“M’illumino di meno”, Roma si spegne per il risparmio energetico

All’iniziativa, lanciata dalla trasmissione radiofonica “Caterpillar”, hanno aderito i palazzi della politica e i luoghi di cultura come il Maxxi e l’Auditorium

All’iniziativa, lanciata dalla trasmissione radiofonica “Caterpillar”, hanno aderito i palazzi della politica e i luoghi di cultura come il Maxxi e l’Auditorium 

Il Campidoglio, il palazzo del Quirinale, Montecitorio, Palazzo Madama. Roma “spegnerà” alcuni dei suoi luoghi più belli per aderire alla manifestazione “M’illumino di meno” che punta a sensibilizzare i cittadini sull’importanza del risparmio energetico e sui temi della mobilità sostenibile. Nel pomeriggio di oggi, 19 febbraio, per alcuni minuti quindi via la luce. Alla campagna, lanciata dalla trasmissione radiofonica Caterpillar, hanno aderito anche il ministero dell’Ambiente, quello della Tutela del Territorio, il ministero dell’Istruzione e anche alcuni luoghi simbolo di cultura come il Maxxi e l’Auditorium che, alle 18, spegneranno le luci.

Nello stesso orario, un corteo di biciclette sfilerà davanti ad alcuni di questi luoghi per testimoniare simbolicamente tutti gli “spegnimenti” italiani. Nell’ambito della stessa manifestazione, anche in altre zone del Lazio, come al Palazzo dei Priori di Viterbo, le luci verranno spente. In passato, a Roma, si erano già spenti il Colosseo, il Pantheon, Fontana di Trevi e i palazzi della politica.

 

19 febbraio 2016