Regione Lazio, obbligo di mascherina anche all’aperto

Il governatore Zingaretti ha firmato l’ordinanza, dopo il rialzo dei contagi negli ultimi giorni. Esclusi i bambini al di sotto dei sei anni e i portatori di patologie incompatibili con l’uso del dispositivo, oltre a chi pratica attività motoria e/o sportiva

Firmata questa mattina, 2 ottobre, dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti l’ordinanza che impone l’obbligo di mascherina anche all’aperto nella Capitale e in tutte le città del Lazio. Una decisione attesa, dopo il significativo rialzo dei contagi negli ultimi giorni (290 i casi di positività solo nelle scuole), che hanno portato l’indice Rt – vale a dire il dato che stima la diffusione del coronavirus dopo l’applicazione delle misure di contenimento – a 1.09, ben al di sopra della soglia limite che è 1. E il richiamo all’uso della mascherina era arrivato anche dall’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato, dopo la lettura del bollettino giornaliero di ieri, 1° ottobre. «Bisogna mantenere alta l’attenzione, soprattutto nel rispetto del distanziamento sociale», l’appello.

La mascherina diventa dunque obbligatoria da domani durante l’intera giornata, «fatte salve le ulteriori specifiche misure di sicurezza previste nelle linee guida e nei protocolli di settore vigenti ai sensi dell’Ordinanza n. 56/2020 e delle disposizioni nazionali vigenti», si legge nell’ordinanza. L’obbligo rimane escluso invece «per i bambini al di sotto dei sei anni, per i portatori di patologie incompatibili con l’uso della mascherina e durante l’esercizio di attività motoria e/o sportiva».

2 ottobre 2020