Roma Capitale, scuola dell’infanzia solo con i vaccini in regola

Diffusa una nota del Campidoglio. «In mancanza dell’avvenuta vaccinazione, dal 1° ottobre l’iscrizione si intenderà decaduta». Fino al 31 luglio per l’Isee

Roma Capitale ricorda alle famiglie che nel prossimo anno scolastico saranno ammessi alla frequenza della scuola dell’infanzia solo i bambini «in regola con le vaccinazioni obbligatorie stabilite dalla legge 119 del 31 luglio 2017». In caso contrario, avvertono dal Campidoglio, «anche qualora sia già fissato un appuntamento con la Asl, non sara’ possibile la frequenza fino all’effettiva regolarizzazione delle vaccinazioni obbligatorie, da effettuare come termine massimo entro il 30 settembre 2020». In mancanza dell’avvenuta vaccinazione, dal 1° ottobre l’iscrizione si intenderà decaduta.

L’invito ai genitori è a «verificare e provvedere celermente», visto anche che il periodo del lockdown può aver costretto a rimandare anche gli appuntamenti vaccinali. C’è tempo invece fino al 31 luglio per presentare «l’attestazione Isee necessaria per la riduzione della quota contributiva alla ristorazione scolastica». In ogni caso, tutte le informazioni sono disponibili sul portale di Roma Capitale.