Sciopero dei trasporti pubblici il 26 ottobre

L’agitazione interesserà i collegamenti Artac (bus, tram, metropolitane, ferrovie Termini-Centocelle, Roma-Lido, Roma-Civitacastellana-Viterbo) Cotral e le linee periferiche gestite dalla Roma Tpl

Ancora una volta venerdì nero per i trasporti a Roma. A fermarsi saranno i lavoratori aderenti ai sindacati Sgb, Cub, Si Cobas, Usi_ait e Slai Cobas. L’agitazione interesserà i collegamenti Artac (bus, tram, metropolitane, ferrovie Termini-Centocelle, Roma-Lido, Roma-Civitacastellana-Viterbo) e le linee periferiche gestite dalla Roma Tpl. Previsto uno stop di 24 ore con le consuete fasce di garanzia: servizio regolare fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20.

Sciopero anche per l’azienda che si occupa del trasporto pubblico extraurbano, Cotral. Il Sindacato generale di base (Sbg) aderisce all’agitazione generale dei settori pubblici e privati della durata di 24 ore, con astensione dalle prestazioni lavorative dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio. Verranno comunque garantite, precisano dall’azienda, tutte le partenze dai capolinea fino alle 8.30, alla ripresa del servizio alle 17 e fino alle ore 20.

 

 

23 ottobre 2018