Servizio civile: 172 progetti di Caritas italiana

7 le iniziative all’estero; 165 in Italia, di cui l’80% nell’assistenza, il 19% nell’educazione e l’1% nell’agricoltura sociale. Domande entro le 14 del 15 febbraio

7 progetti all’estero – in Albania, Bosnia-Erzegovina, Etiopia, Gibuti, Guatemala, Senegal, Sierra Leone e Rwanda -, per un totale di 28 posti, e 165 in Italia: sono le proposte di Caritas italiana nel bando per il servizio civile universale, per il quale si può presentare domanda di partecipazione entro le ore 14 del 15 febbraio. Dei progetti in Italia, l’80% appartiene al settore Assistenza, il 19% al settore Educazione e l’1% al settore Agricoltura sociale.

Tra i progetti dedicati all’Assistenza, 72 si occuperanno di soggetti in condizione di disagio o di esclusione sociale (soprattutto adulti e anziani); 17 di minori e giovani in condizioni di disagio o di esclusione sociale; 19 di migranti e richiedenti asilo; 9 di disabili; 8 di donne con minori a carico e donne in difficoltà; 4 di persone affette da Hiv, con problemi di salute mentale e ludopatici; 2 di persone vittime di violenza; un progetto, infine, sarà dedicato ai  detenuti. Nei progetti relativi al settore Educazione, 18 sono volti all’animazione culturale di minori e giovani, 8 all’educazione e promozione della pace e dei diritti umani, 3 alla lotta all’evasione e all’abbandono scolastici, 2 all’educazione alimentare.

Sono 478 le sedi fisiche inserite in questi progetti, in 14 regioni ecclesiastiche e in 98 Caritas diocesane, oltre ai partner all’estero. Tutti i progetti hanno la durata di 12 mesi e coinvolgono 536 operatori locali di progetto, vale a dire le persone che accompagneranno i giovani volontari nello svolgimento del loro servizio.

9 febbraio 2021