“Sounds Spirit Festival”, la proposta di Radiopiù

Un concorso per gruppi e solisti per «promuovere la canzone di ispirazione cristiana quale veicolo di comunicazione ed evangelizzazione». La finale il 27 aprile al Villaggio per la Terra, a Villa Borghese

Si chiama “Sounds Spirit Festival” la nuova manifestazione musicale promossa da Radiopiù – che ne ha già lanciata una per i cori parrocchiali – e patrocinata dall’Ufficio diocesano per la pastorale del tempo libero, del turismo e dello sport, recentemente istituito dal cardinale vicario Angelo De Donatis. L’obiettivo, spiegano dall’emittente, è «la promozione della canzone di ispirazione cristiana quale veicolo di comunicazione ed evangelizzazione nonché la nascita e diffusione di brani di qualità».

Già aperte le iscrizioni verso l’articolato percorso che prevede qualificazioni, semifinale e finale, in programma il 27 aprile 2019 nell’ambito del Villaggio per la Terra, il meeting promosso da Focolari ed Earth Day Italia alla Terrazza del Pincio-Galoppatoio di Villa Borghese. La rassegna, gratuita, spiegano dall’organismo diocesano diretto da don Francesco Indelicato, è rivolta a singoli autori e gruppi, residenti nel territorio della diocesi, che intendono cimentarsi nella composizione di un brano, corredato da un eventuale videoclip, sulla base del tema proposto dal comitato organizzatore. E il tema è di grande attualità: “Ebony and Ivory: l’armonia nella diversità”, ispirato al celebre brano interpretato da Paul McCartney e Stevie Wonder nel 1982 e nel solco delle indicazioni di Papa Francesco verso l’integrazione.

La valutazione tecnica complessiva dei brani e dei videoclip ricevuti – per i quali conterà anche il voto on line sul sito della radio -, da parte di una giuria tecnica costituita da professionisti del mondo della musica leggera e del jazz, avverrà a partire dall’11 al 28 febbraio 2019. Accederanno alla semifinale 15 gruppi o solisti, che potranno esibirsi dal vivo di fronte alla giuria il 10 marzo. I 7 partecipanti che avranno otennuto le valutazione migliori accederanno poi alla finale del 27 aprile a Villa Borghese. Qui, sempre nell’ambito del Villaggio per la Terra, ci sarà la possibilità di esibirsi, nelle ore precedenti alla finale del Festival, anche per i 13 cantanti o gruppi che non avranno superato la selezione delle semifinali.

I vincitori del concorso, vale a dire i migliori esecutori del brano a tema e chi si distinguerà per il videoclip, riceveranno una targa premio durante la serata finale e potranno essere inseriti nel programma di altre manifestazioni diocesane nel corso dell’anno 2019. Il primo classificato avrà inoltre la possibilità di registrare e mixare il brano in una sala di registrazione indicata dall’organizzazione.

Il regolamento ufficiale e la scheda di adesione sono disponibili online sul sito di Radiopiù.

18 settembre 2018