Trasporti, il 18 marzo sciopero di 4 ore

Il prefetto Gabrielli riduce la durata dell’astensione del lavoro dei dipendenti Atac proclamata per l’intera giornata a 4 ore: dalle 8.30 alle 12.30

Il prefetto Gabrielli riduce la durata dell’astensione del lavoro dei dipendenti Atac proclamata per l’intera giornata a 4 ore: dalle 8.30 alle 12.30

L’agitazione nel trasporto pubblico in programma per venerdì 18 marzo si riduce a sole 4 ore. Il prefetto di Roma Franco Gabrielli è intervenuto infatti con un’ordinanza, «in considerazione dei rischi di gravi ripercussioni sul sistema di mobilità derivanti da una serie di fattori che vengono a concentrarsi in quella giornata». Lo stop dunque, per i dipendenti Atac, non sarà dunque di 24 ore, come inizialmente previsto: bus, filobus, tram, metropolitane e le ferrovie Atac Roma-Lido, Roma-Nord e Termini-Centocelle si potranno fermare dalle 8.30 alle 12.30. In Roma Tpl, invece, l’agitazione resta per l’intera giornata, con le conseute fasce di garanzia. Protesta anche in Ferrovie dello Stato, mentre non saranno interessate dall’agitazione Cotral e Roma Servizi per la Mobilità.

A spingere Gabrielli all’ordinanza, in particolare, il «prevedibile incremento dei flussi dei visitatori che si registrerà nella Capitale in una data che si colloca a ridosso della Domenica delle Palme». Data che «assume un ancor maggior rilievo inserendosi nel “calendario” del Giubileo straordinario della Misericordia», spiega il prefetto. A questo si è aggiunta poil’agitazione indetta dalle associazioni di categoria dei tassisti, sempre per il 18 marzo, con un fermo nazionale dei veicoli per 14 ore, dalle 8 alle 22. A Roma i sindacati hanno posticipato l’inizio della protesta alle 12.30, accogliendo l’invito del Garante a ridurre la durata dell’astensione nella Capitale. In programma comunque anche una manifestazione tra piazza Venezia e via dei Fori Imperiali, tra le 10 e le 18. Attese circa 2.500 persone. Per questo, informano dall’Agenzia per la mobilità, sono possibili deviazioni o limitazioni di percorso per alcune linee di bus: 3, H, 30, 40, 44, 46, 51, 60, 62, 63, 64, 70, 75, 80, 81, 83, 85, 87, 117, 118, 160, 170, 492, 628, 673, 715, 716, 780, 781 e 916.

All’ondata di scioperi del 18 marzo si uniscono anche i ferrovieri. I sindacati Cub Traporti e Sgb, comunicano da Ferrovie dello Stato, hanno proclamato l’astensione del personale dell’intero settore ferroviario dalle 21 di giovedì 17 marzo alle 21 del giorno successivo. Possibili ripercussioni, quindi, anche sulle linee regionali FL1, FL2, FL3, FL4, FL5, FL6, FL7 e FL8, fermo restando il rispetto dei servizi minimi essenziali, previsto per legge, delle fasce orarie a maggiore mobilità pendolare: dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21.

16 marzo 2016