Ucraina: attaccate le due principali università di Mykolaiv

L’annuncio del capo dell’amministrazione militare regionale: «Lanciati almeno 10 razzi». Dall’inizio dell’invasione, uccisi nel Paese almeno 352 bambini; 658 quelli rimasti feriti

Il capo dell’amministrazione militare regionale di Kiev, Vitaliy Kim, lo comunica via Twitter: le forze militari russe hanno colpito questa mattina, 15 luglio, le due principali università della città di Mykolaiv, nell’Ucraina meridionale. «Oggi i terroristi russi – scrive, come riporta Ukrinform – hanno attaccato le due maggiori università di Mykolaiv. Almeno dieci razzi. Ora stanno attaccando la nostra istruzione. Chiedo alle università di tutti i Paesi democratici di affermare che la Russia è ciò che realmente è: un terrorista».

Sempre Ukrinform riporta i dati diffusi dall’ufficio del Procuratore generale del Paese che parlano di almeno 352 bambini rimasti uccisi dall’inizio del conflitto, nel febbraio scorso, e di almeno 657 feriti, per un totale di 1.009 piccoli vittime della guerra. Sul versante russo invece, l’esercito di Kiev parla di circa 38mila soldati uccisi nel Paese, 220 caccia, 188 elicotteri e 681 droni abbattuti, riferisce ancora Ukrinform. Ancora, le forze di Kiev affermano di aver distrutto 1.672 carri armati russi, 842 sistemi di artiglieria, 3.866 veicoli blindati per il trasporto delle truppe, 15 navi e 155 missili da crociera.

Nelle parole del primo viceministro degli Interni ucraino Yevhen Yenin, citato da Ukrinform, dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina la Russia ha lanciato oltre 17.300 attacchi contro obiettivi civili mentre poco più di 300 hanno colpito obiettivi militari: «Recentemente abbiamo assistito ad attacchi contro obiettivi civili – ha affermato -. Ho chiesto specificamente un rapporto riassuntivo su quanti missili russi hanno colpito obiettivi militari e quanti hanno colpito obiettivi civili. Per fare un confronto: dall’aggressione, ci sono stati 17.314 attacchi su obiettivi civili e poco più di 300 su obiettivi militari». Solo nella giornata di ieri, 14 luglio, un attacco missilistico russa sulla città ucraina di Vinnytsia ha causato oltre 20 morti, tra i quali tre bambini.

15 luglio 2022