Vaccini, nel Lazio prenotazioni per i 58-59enni

Al via da martedì 27 aprile. Dalla prossima settimana la soglia di 40mila dosi quotidiane. In vista l’apertura di nuovi hub. Dati dei contagi in leggero calo

Da martedì 27 aprile nel Lazio si apriranno le prenotazioni del vaccino anti Covid-19 per i residenti che hanno 58 e 59 anni. Per prenotarsi in uno dei punti vaccinali della regione, i nati nel 1962 e 1963 dovranno collegarsi al portale Salute Lazio dalle 00.00 del 26 aprile muniti di tessera sanitaria in corso di validità e comunicare il proprio codice fiscale.

Nel Lazio continua dunque a procedere regolarmente la road map della campagna vaccinale: ieri, 20 aprile, è stata infatti superata la soglia di un milione e 565mila somministrazioni effettuate. Si proseguirà con ritmo sempre più serrato anche la prossima settimana, quando saliranno a 40mila le somministrazioni quotidiane, mentre già da oggi l’hub La Nuvola, all’Eur, toccherà la soglia di 3mila somministrazioni in un giorno.

Previste importanti novità anche per l’apertura di nuovi centri vaccinali: «Se sarà consegnato Johnson & Johnson, il 24 aprile partiranno l’hub nella Vela di Calatrava a Tor Vergata e nell’outlet di Valmontone, mentre il 29 aprile l’hub di Porta di Roma e di via Quirino Majorana, questi ultimi con il vaccino Pfizer – ha fatto sapere l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato -.  Auspico che non vi siano limitazioni di età da parte di Aifa per il vaccino Johnson & Johnson che ci consente di fare un notevole salto in avanti nella campagna vaccinale perché monodose. Ci vengano consegnate le dosi ferme a Pratica di Mare», ha quindi esortato D’Amato. Pronte a partire, da domani, anche le vaccinazioni in tutti gli istituti di pena della regione con dosi somministrate ad agenti della polizia penitenziaria e detenuti.

Intanto sul fronte dei dati, nel Lazio si sono registrati ieri per il secondo giorno consecutivo meno di mille casi: nel complesso sono stati infatti 926 (-24) i nuovi positivi su oltre 13mila tamponi (+4.636 rispetto al giorno precedente) e oltre 21mila antigenici per un totale di oltre 35mila test. Diminuiscono i casi, i decessi – che ieri sono stati 34 -, e le terapie intensive, mentre aumentano i ricoveri. Nell’ultima giornata si registra alto anche il numero di guariti: 2.174. Il rapporto tra positivi e tamponi effettuati è al 6%, ma se si tiene conto anche degli antigenici la percentuale è al 2%. I casi a Roma città sono a quota 500 e il territorio con più casi, 240, è quello della Asl Roma 2 che fa riferimento al quadrante sud, sud-est della Capitale.

21 aprile 2021