Zenari: «Ridare alla Siria la dignità che gli spetta»

Il nunzio apostolico in una video-intervista al direttore generale dell’Associazione Pro Terra Sancta Tommaso Saltini: «La comunità internazionale conosce nomi e cognomi dei ladroni che hanno derubato il Paese»

«La comunità internazionale conosce nomi e cognomi dei ladroni che hanno derubato la Siria». Il cardinale Mario Zenari, nunzio apostolico in Siria, parla all’Associazione Pro Terra Sancta, e nelle sue parole c’è una forte condanna alle potenze straniere. Intervistato dal direttore Tommaso Saltini, il porporato continua a invocare il supporto di tutto il mondo che ha dimenticato questo paese: «Non mi accontento solo degli aiuti che vengono da ong e dalla Chiesa, continuerò a chiedere agli Stati tutto l’aiuto necessario per ricostruire il Paese e rimetterlo finalmente in piedi – afferma -. Dobbiamo ridare alla Siria la dignità che gli spetta».

Da Zenari anche apprezzamento per i progetti di Pro Terra Sancta – ong della Custodia di Terra Santa -in Siria, insieme alla promessa di andare a visitare le sedi di “Un Nome e un Futuro” Siria (Aleppo), il progetto che accoglie i bambini e le mamme vittime della violenza dello Stato islamico durante il Califfato ad Aleppo.

16 aprile 2021