Garantire alle pazienti con diagnosi di tumore al seno la continuità dell’assistenza fra ospedale e casa tramite un contatto qualificato durante tutto il percorso di diagnosi e cura. Questo l’obiettivo con cui nasce, al Policlinico universitario Agostino Gemelli Irccs di Roma, l’Helpline Lucè, il primo sportello di assistenza telefonica dedicato alle pazienti in cura nel Centro integrato di senologia dell’ospedale. Realizzato grazie a un accordo tra Fondazione Lucè e Fondazione Gemelli  in collaborazione con Komen Italia, lo sportello, gestito da infermiere professionali qualificate, «sarà in grado di rispondere alle richieste di informazioni e di supporto assistenziale (interpretazione dei sintomi, gestione delle complicanze o consigli pratici) e, ove necessario, di connettere velocemente le pazienti con gli specialisti del team multidisciplinare del Centro integrato di senologia: medici, psicologi, terapisti e così via», spiegano dal Gemelli.

«Lo scopo espresso da chi volle creare la Fondazione Lucè è migliorare la vita dei malati di cancro», dichiara la presidente della Fondazione Laura Ruocco. L’avvio di questo servizio di assistenza telefonica, aggiunge il direttore generale del Gemelli Marco Elefanti, «conferma il fatto che il nostro Policlinico si prende cura dei malati anche fuori dall’ospedale». Anche perché, conclude il direttore del Centro integrato di senologia del Gemelli Riccardo Masetti – che è anche presidente di Komen Italia -, «la diagnosi di tumore del seno ha sempre un impatto importante nella vita privata e professionale delle donne».

Contattando il numero 06.30156798, il personale infermieristico dell’Helpline risponderà a quesiti di natura assistenziale o sanitaria. Il servizio, che non permette di prenotare visite specialistiche o esami, nel primo anno di avviamento dell’attività sarà operativo dal lunedì al sabato, dalle 14 alle 15.30.

27 marzo 2019