Cei, Francesco chiuderà l’assemblea di maggio

È stato annunciato nel comunicato conclusivo della Conferenza episcopale italiana. Sabato 3 ottobre una veglia di preghiera a San Pietro per il Sinodo

È stato annunciato nel comunicato conclusivo della Conferenza episcopale italiana. Sabato 3 ottobre una veglia di preghiera a San Pietro per il Sinodo

«Papa Francesco concluderà la prossima Assemblea generale offrendo il dono della sua parola e della sua disponibilità ai membri della Conferenza episcopale italiana». Lo rende noto il comunicato finale del Consiglio permanente della Cei, la cui sessione primaverile si è chiusa ieri. Nel corso dei lavori sono stati approvati il tema principale (“Verifica della recezione dell’Esortazione apostolica Evangelii gaudium”) e l’ordine del giorno dell’Assemblea generale, che si svolgerà in Vaticano, nell’aula del Sinodo, da lunedì 18 a giovedì 21 maggio. Papa Francesco sarà anche a Firenze, al Convegno ecclesiale, martedì 10 novembre: alle 10, in Cattedrale, incontrerà i convegnisti e, alle 15.30, presiederà la Messa nello stadio comunale “Artemio Franchi”

La Cei, nel suo comunicato finale, informa anche che sabato 3 ottobre verrà riproposta, anche quest’anno, una veglia di preghiera in piazza San Pietro alla vigilia dell’apertura del Sinodo. Le risposte al questionario predisposto dalla Segreteria del Sinodo «dimostrano – rileva il comunicato finale dei lavori – come il cammino sinodale abbia suscitato un notevole entusiasmo sui temi della famiglia, riconoscendo in essa non solo un ambito pastorale, ma una dimensione irrinunciabile per la vita della Chiesa e della società».

«In un contesto culturale segnato da relazioni fragili, conflittuali o di tipo consumistico, il questionario – prosegue – fa registrare un nuovo desiderio di famiglia, quale fattore di felicità che dà qualità alla vita. Nel contempo, evidenzia l’importanza di una comunità che di questa possibilità ne sia testimone e sappia porsi con un approccio accogliente e misericordioso, capace – più che di proporre facili scorciatoie – d’impegnarsi nella condivisione del cammino: si tratti di itinerari di preparazione alle nozze come di situazioni segnate dal carico della malattia o del fallimento matrimoniale».

 

27 marzo 2015