Coronavirus, nel Lazio 16 casi positivi

6 quelli riferiti al focolaio San Raffaele Pisana, che raggiunge quota 41. In aumento il numero dei guariti: 4.450 in tutto. I due drive-in della Al Roma 3

16 casi positivi, di cui 6 riferibili al focolaio dell’Irccs San Raffaele Pisana, «che raggiunge così un totale di 41 casi positivi». È il dato dei contagi da coronavirus nel Lazio riferito ieri, 8 giugno, dall’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato. Per quanto riguarda i casi del San Raffaele, «24 sono riferiti a pazienti trasferiti, 1 è un paziente deceduto, 9 sono dipendenti della struttura e 7 sono esterni», ha chiarito l’assessore. Il primo caso risale a inizio maggio, tra gli operatori della struttura. I servizi della Asl Roma 3 e del Seresmi – il Servizio regionale per l’epidemiologia, sorveglianza e controllo delle malattie infettive – stanno lavorando per completare l’indagine epidemiologica.

Da ieri mattina, ha informato ancora D’Amato, sono a disposizione i due drive-in della Asl Roma 3 presso l’ex ospedale Forlanini e via di Casal Bernocchi per effettuare i test ai pazienti dimessi dalla struttura nelle ultime tre settimane (dal 18 maggio) e ai loro contatti stretti. «Si prevede l’effettuazione di oltre 1.800 test. Questo focolaio – le parole dell’assessore – dimostra che non bisogna abbassare il livello di attenzione e che occorre mantenere il rispetto dei protocolli». Proseguono, nel frattempo, le attività per i test sierologici sugli operatori sanitari e sui membri delle forze dell’ordine.

Tre i decessi riferiti nell’ultimo rapporto, mentre continua a crescere il numero dei guariti: 88 nelle ultime 24  ore, che portano  il totale a quota 4.450.

9 giugno 2020