Festival dei cori parrocchiali, la finale a San Gaspare

Iscrizioni aperte fino al 31 maggio, nelle sezioni Editi e Inediti. A giudicare i brani, una giuria presieduta da monsignor Marco Frisina, direttore del Coro della diocesi di Roma. La proclamazione dei vincitori il 21 settembre

«Un momento di festa per scambiarsi le proprie esperienze e cantare con arte inni al Signore insieme ai nostri fratelli». È così che monsignor Marco Frisina, direttore del Coro della diocesi di Roma e compositore di fama internazionale, definisce “Cantate inni con arte”, il Festival di musica liturgica dedicato ai cori parrocchiali della diocesi di Roma e delle diocesi suburbicarie del Lazio. Le iscrizioni alla kermesse, patrocinata anche dall’Ufficio liturgico del Vicariato, si chiuderanno il 31 maggio, data entro cui i brani registrati dai cori dovranno essere inviati all’indirizzo concorsiradiopiu@gmail.com insieme alla scheda di iscrizione, specificando la sezione di appartenenza: “Editi” o “Inediti” (per il regolamento completo e le modalità di iscrizione consultare la sezione “concorsi” sul sito dell’Ufficio diocesano per la pastorale del tempo libero, del turismo e dello sport o il sito dell’emittente Radiopiù). La finale il 21 settembre 2019 nella chiesa parrocchiale di San Gaspare del Bufalo all’Arco di Travertino. A comporre la giuria, presieduta da Frisina, ci saranno Carlo Donadio, direttore d’orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, Alvaro Vatri, presidente dell’Associazione cori del Lazio, e Francesco d’Alfonso, del Servizio cultura e università del Vicariato di Roma. La giuria sceglierà i cori che accederanno alla finale e, nella serata conclusiva, decreterà i vincitori delle relative categorie.

Rimanendo in ambito musicale, è di questi giorni la pubblicazione dei nomi degli otto finalisti della prima edizione del “Sounds Spirit Festival”, la manifestazione di musica cristiana organizzata dall’Ufficio diocesano per la pastorale del tempo libero, del turismo e dello sport insieme a Radiopiù Roma. Sullo spunto di “Ebony and Ivory”, il famoso brano interpretato da Paul McCartney e Stevie Wonder nel 1982, “L’armonia nella diversità” era il tema su cui sono stati chiamati a comporre le proprie opere in note i partecipanti. Gli artisti si esibiranno sabato 27 aprile sul palco del Villaggio per la Terra (Terrazza del Pincio). A valutarli sarà una giuria composta da padre Raffaele Giacopuzzi, viceparroco, cantante, fondatore del Good News Festival; Aldo Fedele, pianista–tastierista, produttore, arrangiatore (che in 30 anni ha lavorato con tantissimi artisti: dagli Stadio a Edoardo Bennato, da Morandi a Vecchioni, da Zarrillo a Ron); e Paolo Audino, paroliere e compositore (suoi alcuni successi di Minghi, Mina e Celentano).

21 marzo 2019