Dal 31 maggio al 2 giugno Papa Francesco sarà in Romania. Il viaggio, rende noto la Sala stampa della Santa Sede, inizierà alle 8.10 di venerdì 31 maggio all’aeroporto di Fiumicino, da cui il pontefice partirà alla volta di Bucarest. L’arrivo è previsto per le 11.30, quindi l’accoglienza ufficiale, mentre la cerimonia di benvenuto è in programma all’ingresso del complesso del Palazzo presidenziale Cotroceni, luogo dell’incontro con il Primo ministro e del primo discorso del Papa, alle 13, rivolto alle autorità, alla società civile e al Corpo diplomatico.

Alle 15.45 l’incontro privato con il Patriarca nel palazzo del Patriarcato, dove si svolgerà l’incontro con il Sinodo permanente della Chiesa ortodossa, durante il quale il Papa pronuncerà un discorso, seguito dalla preghiera del Padre Nostro recitata nella nuova cattedrale ortodossa – con il saluto del Santo Padre – e dalla Messa nella cattedrale cattolica di San Giuseppe. Sabato 1° giugno, alle 9.30, la partenza in aereo per Bacau, dove Francesco arriverà alle 10.10 per trasferirsi poi in elicottero allo Stadio di Miercurea-Ciuc, dove celebrerà la Messa; al termine il trasferimento in elicottero all’aeroporto di Iasi, per la visita alla cattedrale di Santa Maria Regina e l’incontro mariano con la gioventù e con le famiglie, nel piazzale antistante il Palazzo della Cultura, dove il Papa terrà il suo discorso prima della partenza in aereo per Bucarest, prevista alle 19.

Domenica 2 giugno, Papa Francesco partirà in aereo per Sibiu, dove arriverà alle 9.40 per poi trasferirsi in elicottero a Blaj, luogo della Divina Liturgia con la beatificazione dei 7 vescovi greco-cattolici martiri nel campo della Libertà. Alle 13.20 il pranzo con il seguito papale e l’incontro con la comunità Rom di Blaj, alla quale Francesco porterà il suo saluto, prima di trasferirsi in auto chiusa allo Stadio municipale e poi in elicottero all’aeroporto di Sibiu, per la cerimonia di congedo. La partenza dell’aereo papale per Ciampino è in programma per le 17.30.

26 marzo 2019