L’arte nei tour virtuali: le proposte per Pasqua

Sette percorsi nei Musei Vaticani, 5 itinerari nei Musei civici, Gallerie di Arte Antica sui social, obiettivo su Raffaello alle Scuderie del Quirinale

Continuare a celebrare e a condividere la bellezza senza tempo del nostro prezioso patrimonio culturale. È la missione a cui hanno scelto di assolvere le istituzioni museali ed espositive per far fronte alle disposizioni anti-coronavirus. Tantissime le iniziative e le proposte messe in campo  in questo delicato periodo di isolamento sociale. Tra queste, i tour virtuali con vedute a 360° presenti sul sito ufficiale dei Musei Vaticani. Una straordinaria visita digitale alla scoperta di sette diversi percorsi: dalla Cappella Sistina al Museo Pio Clementino, dal Museo Chiaramonti al Braccio Nuovo, dalle Stanze di Raffaello alla Cappella Niccolina, fino alla Sala dei Chiaroscuri. Dettagli, quelli dei capolavori vaticani, che vengono quotidianamente proposti con brevi didascalie anche sull’account Instagram ufficiale @vaticamuseums.

A puntare su esperienze virtuali che superano i limiti spaziali, anche la rete dei Musei civici presente sul web e sui social con il programma #laculturaincasa. Navigando infatti su Museiincomuneroma.it sarà possibile immergersi, attraverso cinque speciali tour fruibili in italiano e inglese, nelle collezioni dei Capitolini, dei Mercati di Traiano, dell’Ara Pacis, del Museo Napoleonico e del Casino Nobile di Villa Torlonia.

Il sistema dei Musei civici è, inoltre, presente sulla piattaforma on line www.google.com/artproject, sviluppata dal Google Cultural Institute. Qui il pubblico può ammirare le circa 800 immagini ad alta definizione delle opere più significative messe a disposizione dai 15 musei partner dell’iniziativa. Confermate anche per la prossima settimana i progetti dal titolo #ilmuseoincasa e #lemostreincasa, i due cicli di appuntamenti dedicati alla storia dei musei e delle opere esposte. Per informazioni e aggiornamenti quotidiani basterà collegarsi ai canali social dei Musei in Comune.

tour virtuali musei, google art project

Non mancano poi le proposte per gli amanti della scienza e dell’astronomia. Ogni mercoledì e venerdì gli astronomi del Planetario di Roma accompagneranno gli utenti alla scoperta del volto celeste e dei suoi più stretti legami con l’arte. Sarà dunque sufficiente collegarsi al sito http://www.planetarioroma.it/ per seguire le nuove puntate settimanali delle webseries intitolate “Il cielo dal balcone” e “Astri in comune”.

Anche le Gallerie Nazionali di Arte Antica hanno scelto di consolidare la propria presenza sui social: «Siamo sempre aperti nelle modalità consentite in questo periodo di crisi cercando di assolvere al nostro compito di museo – spiega la direttrice Flaminia Gennari Santori -.   Risponderemo ad ogni richiesta, domanda e necessità del nostro pubblico». A tale scopo, oltre alle rubriche fisse specificatamente pensate, il giovedì e venerdì verranno pubblicate storie, curiosità e “pillole” delle mostre in corso sospese: quella di Orazio Borgianni a Palazzo Barberini e quella con l’Autoritratto e incisioni di Rembrandt alla Corsini.

Ad aprire virtualmente le proprie porte anche la mostra di Raffaello alle Scuderie del Quirinale in occasione del cinquecentesimo anniversario dalla morte. Diversi i video-racconti, gli approfondimenti e le incursioni nel backstage che consentiranno al cyber-visitatore di ammirare le oltre 200 opere dell’artista di Urbino.

Infine, da non perdere l’offerta destinata ai più piccoli: dai laboratori didattici con materiale scaricabile proposti dal Maxxi al concorso poetico-artistico “Il giardino nella mia stanza” lanciato dalla Casina di Raffaello a Villa Borghese e rivolto ai bambini dai 6 ai 10 anni.

10 aprile 2020