L’uragano Dorian «devastante» per 17mila bambini

L’Unicef lancia l’allarme sugli effetti del fenomeno atmosferico sui piccoli delle Bahamas e sulle loro famiglie. «Pronti a collaborare con le agenzie Onu»

L’Unicef esprime la sua preoccupazione per il «devastante impatto» dell’uragano Dorian su circa 17mila bambini delle Bahamas e sulle loro famiglie alle Bahamas. «All’indomani del più potente uragano della storia delle Bahamas – si legge in una nota -, abbiamo inviato una squadra per valutare rapidamente le necessità umanitarie. Sulla base dei risultati della valutazione dei bisogni di emergenza, siamo pronti a collaborare con l’Agenzia nazionale di coordinamento delle emergenze, le agenzie delle Nazioni Unite e altri partner per fornire aiuti umanitari ai bambini e alle famiglie colpite, con particolare attenzione all’acqua e ai servizi igienico-sanitari».

A bordo dell’aereo che lo portava a Maputo nella giornata di ieri, 4 settembre, anche Papa Francesco ha rivolto un pensiero e una preghiera per le vittime degli uragani nelle Bahamas: «È povera gente che di colpo, da un giorno all’altro, perde la casa, perde tutto, anche la vita – ha sottolineato rivolgendosi ai 70 giornalisti che lo accompagnano nel suo 31° viaggio apostolico -. Ognuno nel suo cuore faccia una preghiera per questi fratelli e sorelle che stanno soffrendo per questi uragani nelle Bahamas».