A seguito di un incontro con il segretario generale delle Nazioni Unite Guterres, in visita a Ryad, in Arabia Saudita, l’inviato speciale delle Nazioni Unite per la Siria Staffan de Mistura ha ripreso le consultazioni per rilanciare il processo di pace. L’ufficio di De Mistura ha comunicato una serie di incontri con i capi di Stato e i ministri degli Esteri dei Paesi aderenti alla Lega araba, presenti anche i ministri di Egitto, Giordania, Iraq e l’alto rappresentante dell’Unione europea. De Mistura si è recato anche ad Ankara e nella sua agenda sono previste, nei prossimi giorni, consultazioni con alti funzionari russi e iraniani che avevano seguito i colloqui di Astana, in Kazakistan, nel maggio del 2017.

La ripresa del processo diplomatico punta a ripristinare la risoluzione 2.254 del Consiglio di sicurezza, varata nel 2015, dove si chiedevano elezioni libere ed eque per tutti i siriani, una nuova costituzione, e un processo di pace guidato dalla Siria. Staffan de Mistura fin da gennaio 2016 ha condotto diversi cicli di negoziati tra le parti in guerra sul suolo siriano: l’ultimo incontro si è tenuto a Ginevra nel dicembre 2017, a cui sono seguiti i colloqui di Vienna dello scorso gennaio.

20 aprile 2018