Strisce pedonali con lo sponsor

Presentato il piano per la messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali. Interessati 119 incroci. Previsto il coinvolgimento di privati

Presentato il piano per la messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali. Interessati 119 incroci. Previsto il coinvolgimento di privati, che potranno apporre nome o marchio

I privati, sponsor della sicurezza stradale. È la proposta contenuta nel piano presentato dagli assessori capitolini Maurizio Pucci (Lavori pubblici) e Marta Leonori (Roma produttiva), relativo alla messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali. In tutto 20 lotti di mille metri quadrati, per un totale di 119 incroci. Gli interventi, spiegano dal Campidoglio, riguarderanno le strisce pedonali della grande viabilità e prevedono il ripristino e la manutenzione della segnaletica orizzontale esistente, utilizzando pitture con biocomponenti più resistenti e visibili di notte, e l’installazione dei parapedonali.
A realizzarli – questa la novità del piano – sponsor privati, che potranno apporre sui parapedonali il proprio nome o marchio, secondo quanto previsto dal regolamento sulla pubblicità. La sponsorizzazione avrà la durata di un anno. Per l’assessore Pucci si tratta di un’operazione che «ci farà avere un risparmio di circa 350mila auro, consentendoci di investire più risorse nel municipio I. Se l’operazione si moltiplica anche negli altri municipi, i risparmi saranno molto maggiori».
Per il momento infatti il progetto riguarda solo la viabilità principale: un quinto di quella cittadina. «È un intervento di sponsorizzazione e arredo urbano – le parole dell’assessore Leonori -: un modello che stiamo studiando per ripeterlo in altri settori». All’Amministrazione spetterà il compito di verificare il corretto svolgimento dei lavori, dal punto di vista del rispetto dei materiali, delle tempistiche, della sicurezza e delle autorizzazioni per il contenuto dei cartelloni.
Per presentare la propria candidatura come sponsor c’è temop fino al 31 agosto. Le richieste vanno presentate al Dipartimento Sviluppo infrastrutture e manutenzione urbana, in via Petroselli 45 (orario 9-12). L’avviso pubblico sarà online sul portale di Roma Capitale. Il costo è di 20mila euro per ciascun lotto, per una spesa complessiva di 400mila euro.

16 luglio 2015