Una cabina di regia per il Giubileo della misericordia

Il coordinamento degli eventi affidato a un’equipe interistituzionale. Marino: almeno 4 attori, ovvero Comune, Regione, governo e Vaticano

Il coordinamento degli eventi affidato a un’equipe interistituzionale. Marino: almeno 4 attori, ovvero Comune, Regione, governo e VaticanoNessun commissario per il Giubileo straordinario annunciato da Papa Francesco, ma una cabina di regia, con membri in parte nominati dall’alto e in parte scelti dal Campidoglio. L’annuncio è arrivato dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio. «Se non fossimo preoccupati – ha detto – saremmo degli incoscienti». Quindi, ospite della trasmissione Otto e mezzo, ha aggiunto: «Ci sarà bisogno di una cabina di regia».

Anche il sindaco della Capitale Ignazio Marino ha parlato di un «tavolo interistituzionale» di lavoro, come già avvenuto in occasione della canonizzazione dei due Papi, con la partecipazione di «almeno quattro attori, ovvero Comune, Regione, governo e Vaticano». Intanto da Federalberghi arriva l’allarme sul rischio abusivismo: il presidente Giuseppe Roscioli parla di un possibile raddoppiamento del numero di posti letto abusivi in vista del Giubileo. In concreto, si parla di 50mila persone posti messi a disposizione senza autorizzazione, pari a «50mila persone che non dichiarano la propria presenza sul territorio, in un momento delicato come questo».

Proprio per questo Federalberghi ha chiesto al Campidoglio di attivare subito task force anti-abusivismo, anche perché «i danni economici sarebbero rilevanti anche per il Comune, in termini di tassa di soggiorno e altri tributi non incassati. Questa deve diventare una priorità ai fini della sicurezza e dell’economia di Roma».

17 marzo 2015