Giornata del sollievo, celebrazione al Gemelli

Domenica 26 maggio la XVIII edizione dell’iniziativa, istituita nel 2001. Iniziative in parrocchie, ospedali e residenze per anziani. La Messa del vescovo Giuliodori

Domenica 26 maggio si celebra la XVIII Giornata nazionale del sollievo, istituita nel 2001 per «promuovere e testimoniare la cultura del sollievo dalla sofferenza fisica e morale in favore di tutti coloro che stanno ultimando il loro percorso vitale, non potendo giovarsi di cure destinate alla guarigione». Tre gli enti promotori, la Fondazione nazionale Gigi Ghirotti onlus, il ministero della Salute, la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, con il sostegno della Cei.

Una Giornata dal valore educativo, che coinvolge tutti, anche il grande mondo del volontariato. Tante e variegate le iniziative programmate: incontri pubblici di sensibilizzazione e informazione nelle parrocchie, nelle residenze per anziani, in scuole e ospedali; visite gratuite in ambulatori di terapia del dolore; stand di associazioni di volontariato nelle piazze; passeggiate cittadine in bicicletta; preghiere per le persone malate e per chi se ne prende cura; convegni e corsi di formazione; spettacoli in ospedali; il concorso per alunni e studenti “Un ospedale con più sollievo”.

L’evento centrale è in programma nella hall del Policlinico Gemelli, a Roma, dove la Giornata si apre alle 9 con la Messa presieduta dal vescovo Claudio Giuliodori, assistente ecclesiastico generale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

21 maggio 2019