Al momento sono quattro i candidati alla carica di presidente: la tedesca Ska Keller, per i Verdi; Sira Rego, spagnola, per la Sinistra unitaria; l’italiano David-Maria Sassoli per Socialisti e democratici; Jan Zahradil, ceco, per i Conservatori. La seduta si è aperta questa mattina, 3 luglio, alle 9. Ogni candidato ha avuto 5 minuti di tempo per presentarsi all’assemblea. Quindi si procederà con le votazioni. Per i primi tre turni di voto occorre raggiungere la maggioranza assoluta (50%+1) dei votanti per essere eletti. Alla eventuale quarta votazione passano solo i due più votati, e diviene presidente chi ottiene un solo voto in più. Significativo il fatto che né Popolari né Liberaldemocratici (Renew Europe) abbiano proposto loro candidati: questi voti potrebbero convergere su Sassoli. Alla guida del Parlamento, se oggi fosse eletto Sassoli, nella seconda metà della legislatura potrebbe essere eletto il popolare tedesco Manfred Weber.

3 luglio 2019