Si avvicina il Grande Raccordo per le bici

Firmato dal sindaco Raggi e dal ministro Delrio il protocollo d’intesa per la realizzazione. La prima cittadina: «Sarà la nostra ciclovia turistica»

Firmato dal sindaco Raggi e dal ministro Delrio il protocollo d’intesa per la realizzazione. La prima cittadina: «Sarà la nostra ciclovia turistica»

L’annuncio arriva direttamente dal sindaco della Capitale, Virginia Raggi: «Oggi ho firmato con il ministro Graziano Delrio il protocollo d’intesa per la realizzazione del Grande Raccordo Anulare per le biciclette», il Grab. Nelle parole della prima cittadina di Roma, è «un grande passo verso una mobilità pià sostenibile», oltre che «un’occasione per valorizzare le identità e le eccellenze del nostro territorio. Uno strumento di promozione del patrimonio storico-artistico che viaggerà su due ruote».

45 chilometri, quelli su cui si sono accordati il sindaco e il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, che si snoderanno su percorsi già esistenti, dal centor della città alle ville storiche, dagli argini fluviali all’agro romano «Il Grab – prosegue Raggi – sarà una sorta di hub da cui partiranno a raggiera le corsie ciclabili che realizzeremo in città». L’obiettivo: creare un’infrastruttura ad alta redditività economica e culturale che rappresenti soprattutto un’attrattiva per le nuove tipologie di turismo». E il pensiero del sindaco corre ai ciclo-viaggiatori e agli amanti del trekking urbano. Il Grab, prosegue, «sarà la nostra ciclovia turistica: un anello off limits ad auto e moto, dove si potrà pedalare in sicurezza dal Colosseo all’Appia Antica, da San Pietro a Galleria Borghese, dall’Auditorium a Trastevere passando per il Lungotevere, gli acquedotti di epoca imperiale e le periferie colorate dalla street art. Una pedalata green che abbraccerà le bellezze della Capitale».

Ancora, sarà un percorso dedicato anche alle famiglie, «che potranno così vivere la città e la natura in modo più sostenibile», continua ancora il sindaco di Roma, che parla di «sinergia tra le istituzioni messa al servizio dei cittadini» e di «un progetto fatto con i cittadini, per i cittadini». Di questa progettazione realizzata insieme alle associaizoni ambientaliste e dei ciclisti riferisce anche il ministro Delrio, annunciando l’inserimento del Grab nella rete delel ciclovie nazionali «con cui vogliamo realizzare più di 1.550 chilometri di ciclabili in tutto il Paese in tempi molto rapidi». Quella di Roma però, chiosa il titolare del dicastero, sarà «la più bella pista ciclabile del mondo, con il suo percorso che attraversa tutta Roma, una delle città più belle del mondo, toccando i suoi posti più suggestivi».

21 settembre 2016