Dai fondi dell’8xmille un nuovo magazzino per il Banco Alimentare

Riqualificato uno spazio in via Tuscolana, concesso in comodato d’uso da Rete ferroviaria italiana. Il presidente Visconti: «Segno di vicinanza alla nostra opera»

Il Banco Alimentare del Lazio ha un magazzino anche nella Capitale. Sulla via Tuscolana, per la precisione, in uno spazio concesso in comodato d’uso da Rete ferroviaria italiana e riqualificato per lo stoccaggio di derrate alimentare con il contributo offerto dalla diocesi di Roma: 28mila euro, provenienti dai fondi dell’8xmille alla Chiesa cattolica.

«Siamo molto felici del rinnovato sostegno da parte della diocesi di Roma – commenta il presidente del Banco Alimentare Lazio Giuliano Visconti -. È un segno di vicinanza all’opera che portiamo avanti da oltre vent’anni. Il perdurare dell’emergenza sanitaria e sociale ci ha messo di fronte alla necessità di disporre di ulteriori spazi per poter stoccare quantitativi di cibo sempre più importanti – prosegue -. Solo grazie al contributo di tanti donatori e a quello della diocesi abbiamo potuto riqualificare e adeguare allo stoccaggio questo spazio sulla Tuscolana».

Il nuovo magazzino si aggiunge a quello principale di Aprilia, nel complesso ex acqua Claudia, inaugurato nel 2017, e a quello di Viterbo, arrivato tre anni dopo. «Oggi – aggiunge Visconti – desideriamo trasformare questo spazio in un punto di riferimento per la distribuzione alle strutture caritative di Roma, come i tanti centri di ascolto parrocchiali convenzionati con il Banco Alimentare, che ogni giorno aiutano le persone che vivono in difficoltà nella Capitale». L’auspicio è che «la diocesi di Roma continui anche in futuro a supportarci, affinché più persone indigenti ritrovino la dignità e il sorriso, per mezzo del soddisfacimento di un bisogno primario qual è l’alimentazione».

6 maggio 2021