Nell’udienza generale di ieri, 21 novembre, Francesco ha accolto i volontari del Banco Alimentare presenti in piazza San Pietro, in vista della XXII Giornata nazionale della colletta alimentare in programma per sabato 24 novembre, salutando attraverso di loro tutti i 145mila volontari che presidieranno i supermercati di tutta Italia. «Questo paterno incitamento – afferma Andrea Giussani, presidente della Fondazione Banco Alimentare –  infonde energia e nuova motivazione a tutti i volontari, anche di etnie e fedi diverse, nell’impegno della lotta alla povertà e nel poter incontrare il bisogno di coloro, famiglie e persone sole, che nella propria città o paese vivono un grave disagio ma soprattutto chiedono una speranza».

Dopo il saluto del pontefice, il Banco Alimentare ha consegnato all’elemosiniere pontificio  Konrad Krajewski 2.400 chili di alimenti a lunga conservazione collegando così con un gesto concreto la Giornata mondiale dei poveri del 18 novembre alla Giornata nazionale della colletta alimentare di sabato 24. Questi alimenti finiranno sulle tavole delle mense per poveri intorno a San Pietro. A questa donazione, informano dal Banco Alimentare, ne seguirà un’altra dopo la prossima Colletta. Una parte degli alimenti donati sabato verrà infatti consegnata direttamente alla Cittadella della Carità di Roma, come da indicazione del Santo Padre.

22 novembre 2018